Reddit, Ciccioni, Censura e Gentrificazione

Standard

in questi giorni la stampa internettiana tutta sta difendendo la presa di posizione degli admin di Reddit, che hanno bannato r/fatpeoplehate assieme ad un’altra manciata di subreddit dedicate ad argomenti simili.

Per chi non lo sapesse, r/fatpeoplehate era un subreddit dedicato a pubblicare cose, foto, status di FB o di twitter di ciccioni in denial, di quelli che amano sostenere che pesare seimila chili è perfettamente salutare e naturale e il diabete di tipo due ti protegge dal grasso e non si può pretendere che a vent’anni si facciano le scale senza fiatone.

Quello che non era, e non è mai stato, è una roccaforte di fitfag da cui partivano raid verso i grassi – le vittime di fatpeoplehate non sono mai state i ciccioni in tuta che corrono al parco o i ciccioni che dicono “lo so che non è salutare, ma right now cba”.

edito: in r/fatpeoplehate a volte si è superaqto il segno, prendendo di mira anche chi da grasso cerca di dimagrire – e questo ovviamente non è cool. Nonostante la cattiveria gratuita di alcuni membri, però, non era un sub da cui partivano raid verso i profili dei ciccioni (o almeno non organizzati; ma si sa che chi si diverte a far del male trova un modo per farlo pure se lo lasciamo da solo al polo nord).

E’ una comunità salutare? Ovviamente no. E’ velenosa e caustica, ed è frequentata da utenti di reddit – whiteknight che mai nella loro vita alzerebbero la voce con qualcuno, figuriamoci le mani.

E quindi, in quanto promuove l’odio (è proprio nel nome) viene bannata.

Stacce. Be There, come direbbero gli admin di Reddit.

Ovviamente il resto della comunità ha reagito immediatamente. Alcuni hanno tentato di rifondare il subreddit, senza successo. Altri hanno gioito (brevemente, che muoversi quando si pesa 400 chili e si è in salute provoca dolore articolare e fiatone), altri si sono stupidi della censura da parte di quello che credevano essere un sito libero.

Reddit è di proprietà di Conde Nast, quindi è libero quanto un criceto in gabbia; ma non è (ancora) questo il punto.

Il punto è che i mod e gli admin di reddit hanno il diritto di eliminare le subcommunity che ritengono velenose – ma mi sta sul cazzo che lo facciano nel nome del “non vogliamo che si promuova odio”.

r/shitredditsays è un’altra divertente subreddit, di stampo feminazi (come va di moda dire oggi). Le regole del sub dicono che non si tratta di una downvote brigade, ma il subreddit esiste quasi esclusivamente per evidenziare post di altri utenti che – oops – vengono downvotati a morte. E’ anche il front di un network di subreddit (prefissate SRS) che sono a tutti gli effetti un club per sole donne – e sole donne che odiano gli uomini, verrebbe da pensare.

r/theredpill è l’esatto opposto – un subreddit fortemente maschilista che si prefigge di aiutare l’uomo moderno in un momento in cui la società ha abbandonato l’uomo a se stesso – o così sotengono.

r/tumblrinaction è affine a fatpeoplehate in quanto bersaglia bene o male le stesse persone – utenti di tumblr, quasi totalmente donne, che usano tumblr come piattaforma mobile per la loro guerra contro il patriarcato, una sorta di sovrastruttura sociale per cui gli uomini bianchi eterosessuali di classe media usano i loro poteri per tenere le donne perfettamente sotto scacco. il Sub in questione si occupa di rimbalzare frasi particolarmente interessanti come “le donne non possono stuprare” “letteralmente se tutti gli uomini morissero non perderemmo niente di valore” e “non puoi essere una femminista se non sei lesbica”. La mia frase preferita rimane “tutti i rapporti eterosessuali sono tecnicamente stupri perché nella società maschilista odierna nessuna donna è in grado di fornire un consenso che abbia valore”.

r/socialjustice è un subreddit in cui le signorine di cui parlavo poc’anzi si trovano per scambiarsi idee e opinioni.

r/atheism è un altro divertente subreddit in cui gli atei perculano i credenti in quanto tali.

r/politics è un pozzo di democratici che insultano repubblicani che insultano democratici.

r/PCmasterrace è una community per soli videogiocatori su PC, che schifano gli utenti console.

Questo perché lo scrivo? non per far pubblicità a reddit (visto che, probabilmente, non lo visiterò più come prima), ma semplicemente per evidenziare che la scusa di “promuove l’odio” non è credibile, quando esistono altre subreddit (e ne esistono probabilmente decine se non centinaia di altre che non conosco) che in un modo o nell’altro promuovono l’odio.

Perché allora chi odia i ciccioni deve andarsene, ma chi odia i magri (tipo r/thinprivilege) può rimanere e brindare ad una vittoria?

Soldi.

Conde Nast, come già detto, possiede Reddit. E Reddit è un sito gratuito. E se non paghi per il prodotto che stai usando, sei tu il prodotto che viene venduto.

Reddit, come Facebook, fa un saaacco di soldi con la pubblicità. E un’ottima demografica sono persone che non hanno grossi problemi di soldi, e una predisposizione ad acquistare oggetti “feticcio” del loro credo.

I Nerd, quindi, sono benvenuti.

E anche le social justice warrior.

Tazze con scritto sopra “male tears” (perché se un uomo piange o fa notare che per gli uomini la vita non è tutta rose e fiori, è uno stronzo che sposta lo spotlight dai problemi delle donne che sono veri e ficcanti, non come quelli degli uomini), magliette con slogan accattivanti come “die cis scum” (perchè essere un uomo che si identifica come un uomo è il crimine peggiore del mondo), felpe con scritto “smash the patriarchy” (perchè di sicuro siamo negli anni cinquanta, e non ci sono senatrici donne o segretario di stato) e simili, sono tutti oggetti feticcio per la demografica SJW.

Le SJW sono donne, di solito sovrappeso, di solito laureate, di solito in un ambito economico stabile, che non riescono a trovare una fonte dei loro problemi all’interno di loro stesse. La colpa è dell’uomo, inteso sia come il maschio sia “the man” all’americana. Il governo, il patriarcato, le multinazionali.

le SJW più in carne di solito fanno parte anche di altri movimenti (in senso teorico, perché muoversi fa fatica), tipo HAES – Health At Every Size.

HAES è un mio caro vecchio amico. i membri di HAES sono convinti che indipendentemente dal peso si possa stare bene.

Io stamattina pesavo 95 chili e mezzo, e mi sento in salute – bomba!

Ma probabilmente, nonostante gli sguardi preoccupati del mio dottore, sono ancora troppo magro per essere un membro di HAES.

una delle donne più attive (oh gesù) nel movimento è Tess Munster – la prima modella oversize del mondo!

1V6KD6g

Tess Munster

Tutto molto bene, ma a 150+ chili (il peso esatto non si sa, chissà come mai) di peso per circa 1.65 metri, è probabile che qualche problema di salute ci sia – difficilmente si può dire che Tess sia in salute.

Sopratutto quando in internet si trovano gif come questa.

Ciononstante, Tess ha un seguito incredibile ed è una role model per decine di ragazze che sognano di diventare come lei.

Lo riscrivo: è una role model per decine di ragazze che sognano di diventare come lei.

Se una ragazza decide di imitare una modella anoressica, la società vuole che si tenti di fermarla, di farle cambiare idea, di aiutarla. Se vuole diventare Tess Munster, allora plauso, perchè la scelta di “amare il proprio corpo” è “empowering”.

Mi sembra di prendere le pillole dei matti.

Questa è gente che spende una quantità di tempo su internet e sui social media che pure io definirei preoccupante. E’ gente che prende le offese percepite (es. “pesare duecento chili è un rischio per la salute”) come offesa personale, ed ha le risorse ed il tempo per perseguire i “colpevoli” fino all’ultimo byte di internet.

E’ gente che sta colonizzando, passando dalla loro base mobile tumbleristica, gran parte dei siti ad alto traffico – sono uno dei motivi per cui stiamo vivendo un ritorno ad una politically correctness (almeno in america) senza senso alcuno – con estremi del tipo “le persone di colore non sono di colore ma sono afroamericani”. Anche se sono inglesi, francesi, haitiani con la pelle nera. Afroamericani, tutti, perchè “neri” è offensivo per alcuni (di solito quelli pronti a piantar casino giocando la race card).

La gentrificazione dell’internet avviene di pari passo con la gentrificazione dell’informatica – mai nel 2015 avrei pensato di trovarmi a rimuovere malware dai pc degli amici o a spiegare a un ventenne come si attacca un monitor, ma i moderni device che offrono internet ready to use con comode app per i social network hanno creato una generazione di analfabeti dell’informatica base che mai avrei pensato potesse esistere. Gente che fruisce di reddit, facebook, twitter, instagram ma che non ha idea che a volte basta un reboot per risolvere tutti i problemi.

Facebook e Reddit vogliono questa gente – gente che non cerca content, ma divora quello che gli viene proposto. Gente che diventa dipendente dalle miniscariche di dopamina che ricevi quando leggi qualcosa di buffo. Gente che non conosce AdBlock o uBlock.

Non vogliono gente che riflette su quello che legge. Vogliono numeri da trasformare in revenue, non una comunità.

Non vogliono gente che, spesso in maniera goffa e raffazzonata, vuole spingere gli utenti a migliorarsi – vogliono una comunità che si supporti da sola, alimentandosi ad odio e segregazione sociale, che continui a spendere 25$ per la prossima maglietta, quella con scritto “stop the male oppression”.

Quella cucita in un capannone di lamiera in Thailandia, da un ragazzino che prende un dollaro al giorno.

L’ironia del vestire una maglietta che inneggia allo spezzare le catene dell’oppressione cucita da un bambino oppresso dal suo governo, purtroppo, si perde durante il viaggil.

Per questo cacciare solo alcune comunità ha senso dal punto di vista degli admin – rimuovendo gli haters, i ciccioni vedranno anche reddit come un posto sicuro e si sposteranno, forse, da tumblr verso reddit.

Reddit è morto – come Digg prima e molti altri dopo.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *